Informazioni sul Record Mineralogico

Congratulazioni! Arrivando sul sito web del Mineralogical Record avete stabilito un contatto con persone che amano i minerali tanto quanto voi, sia che siate collezionisti di minerali principianti o avanzati, curatori di musei di minerali, mineralogisti professionisti o commercianti di esemplari di minerali. Siete nel posto giusto!

Il prodotto principale del Mineralogical Record Inc. è la rivista The Mineralogical Record, pubblicata sei volte l’anno. Questa è la rivista per collezionisti di minerali più autorevole e rispettata al mondo; nessun collezionista avanzato serio potrebbe farne a meno. Nel corso degli anni, molti neofiti del settore hanno appreso da questo libro le informazioni complete necessarie per passare da principianti a esperti e per divertirsi nel frattempo. Il lettore viene a conoscenza di importanti località minerarie vecchie e nuove, dell’affascinante storia dell’estrazione mineraria e della mineralogia, nonché della descrizione di nuove specie di minerali. Vengono presentate recensioni di collezioni pubbliche e private, resoconti di mercato di mostre di minerali contemporanee, rubriche su argomenti speciali e numeri speciali sovradimensionati dedicati a interi Stati e Paesi ricchi di minerali. Tutti questi articoli e caratteristiche sono illustrati da abbondanti fotografie a colori di alta qualità di pregiati campioni di minerali. (Le copie della rivista non vengono mai scartate come i vecchi giornali, ma vengono conservate con cura e raccolte come opere di riferimento di valore permanente.

Il Mineralogical Record è stato fondato nel 1970 da John White, all’epoca curatore del Dipartimento di Scienze Minerali della Smithsonian Institution. White percepì la necessità di una rivista che fosse al servizio del collezionista di minerali serio e del mineralogista dilettante, una rivista che colmasse il divario tra le riviste altamente tecniche come American Mineralogist e le pubblicazioni “rockhound” come Rocce e minerali, Rock & Gem, e Giornale lapidario. Con l’aiuto iniziale di un finanziatore, Arthur Montgomery, White riuscì a lanciare e a far crescere la neonata pubblicazione fino a renderla marginalmente autosufficiente. Dopo sette anni di attività come redattore ed editore, White si fece da parte per un nuovo redattore, Wendell Wilson. Negli anni successivi il Mineralogical Record crebbe costantemente in qualità e rilievo, grazie al contributo di oltre 700 autori, fotografi, artisti, inserzionisti e donatori. È diventato un lavoro d’amore collettivo da parte dell’intera comunità mineralogica mondiale.

Nel 2001 Wilson è stato affiancato dal redattore Thomas P. Moore, che ha dato un contributo significativo alla rivista. Nel 2009 Thomas M. Gressman è entrato a far parte dello staff come editore associato.

Oggi The Mineralogical Record continua a stabilire lo standard di qualità dei contenuti per i collezionisti seri di minerali, e ogni copia è accuratamente conservata e collezionata in proprio dai fedeli abbonati di tutto il mondo. Molti dei preziosi numeri arretrati sono ancora in stock e disponibili a un prezzo modesto (si veda la sezione Numeri arretrati ), mentre altri costituiscono la base di un fiorente mercato di numeri arretrati fuori stampa. È opinione diffusa nel mondo del collezionismo minerario che nessuno può considerarsi ben informato se non sottoscrive la “Carta dei minerali”.The Record” Questo fatto è stato formalmente riconosciuto nel 1982, quando Il Mineralogical Record divenne la prima (ed è tuttora l’unica) rivista ad essere onorata con il nome di una nuova specie minerale (minrecordite), e di nuovo nel 1994, quando è diventata la prima (e tuttora l’unica) rivista ad aver vinto il prestigioso Carnegie Mineralogical Award.

Per il Mineralogical Record, la pubblicazione di libri è sempre stata un’importante appendice della produzione di riviste. Nel 1971 l’azienda ha pubblicato la prima edizione del Glossario delle specie minerali di Michael Fleischer… Giunto alla sua 10ª edizione sotto la direzione di Joseph Mandarino e Malcolm Back,
Glossario Fleischer
è ancora un’opera di riferimento imprescindibile. Nel corso degli anni è cresciuta una serie di altri libri, tra i quali il libro di Peter Bayliss
Glossario dei nomi obsoleti dei minerali
, con oltre 30.000 voci; Quintin Wight’s The Complete Book of Micromounting (non più disponibile su questo sito); Bob Jones’s A Fifty-Year History of the Tucson Show; tredici volumi della Antiquarian Reprint Series; e numerosi altri: si veda il Mineralogical Record. Libreria su questo sito. Allo stesso tempo, la biblioteca di riferimento editoriale è cresciuta fino a diventare una delle migliori biblioteche di antiquariato e mineralogia generale degli Stati Uniti, una risorsa a cui i redattori e gli autori attingono regolarmente.

Ci auguriamo che vi piaccia esplorare il nostro sito web. Ci sono molte cose da leggere, tutte pensate per ispirare e migliorare il vostro piacere nel mondo della mineralogia e del collezionismo di minerali. E se avete domande, siamo qui per aiutarvi (vedi la pagina Contatti ). Sia che vi stiate interessando da poco ai minerali o che siate esperti conoscitori, siete sempre i benvenuti al The Mineralogical Record.

Il record mineralogico è pubblicato bimestralmente da Mineralogical Record, Inc., un’organizzazione 501c(3) senza scopo di lucro, 5347 N. Ridge Spring Place, Tucson, AZ 85749. Affrancatura speciale di seconda classe pagata a Tucson, Arizona e in altri uffici postali. Inviare le modifiche di indirizzo a: The Mineralogical Record, 5347 N. Ridge Spring Place, Tucson, AZ 85749, oppure inviare modifiche all’indirizzo e-mail tom.gressman@minrec.org.

Tutto il materiale è protetto da Copyright © del Mineralogical Record Inc. Tutti i diritti riservati. Stampato negli Stati Uniti.

Affiliato agli Amici della Mineralogia Un’organizzazione indipendente e senza scopo di lucro dedicata alla promozione degli interessi amatoriali e professionali nella mineralogia.

Opinioni espresse sono quelli degli autori e non riflettono necessariamente quelli del Mineralogical Record Inc. e del suo staff editoriale o dei suoi direttori.

Editore e caporedattore
Wendell E. Wilson minrecord@comcast.net

Editore associato e direttore della circolazione
Thomas M. Gressman tom.gressman@minrec.org

Redattore senior e responsabile della pubblicità
Thomas P. Moore tpmoore1@cox.net

Editore
Christopher J. Stefano cjstefanoxls@gmail.com

Tutti gli altri editing, pubblicità
4631 Paseo Tubutama, Tucson, AZ 85750 (520) 299-5274
E-mail: minrecord@comcast.net

Fotografo personale, sito web, social media
Christi Cramer gemgypsy@bellsouth.net

Redattori associati
Malcolm Back, Museo Reale dell’Ontario, Toronto
Bill Birch, Museo di Victoria, Melbourne, Australia
Bruce Cairncross, Università di Johannesburg, Sudafrica
Anthony R. Kampf, Museo di storia naturale della contea di Los Angeles
George W. Robinson, Museo dei minerali Seaman, Houghton, Michigan

Fotografi associati
Jeffrey A. Scovil
Gail Copus Spann

Consiglio di amministrazione

Stephanie Snyder, presidente, e-mail: stephanie@stonestrust.com

Paul Geffner, vicepresidente, e-mail: pgeffner1@gmail.com

Gail Copus Spann, e-mail: Gspann50@gmail.com
Allan Young, e-mail: allanyoung@cableone.net
Thomas A. Gressman, e-mail: tom.gressman@minrec.org
Anthony R. Kampf, e-mail: akampf@nhm.org
Steve Neely, e-mail: neelytn@aol.com
Wendell E. Wilson, e-mail: minrecord@comcast.net

Design
Wendell E. Wilson

Stampa
Allen Press, Lawrence, Kansas

Politica di restituzione
Tutti gli acquisti di libri e riviste sono definitivi.

Informativa sulla privacy
Il Mineralogical Record non condivide la propria mailing list. Per maggiori informazioni

CLICCA QUI.